Atalanta-Roma: obiettivo da non fallire

A poche ore dal match la Roma si ritrova ad affrontare una partita delicatissima che potrebbe segnare positivamente il suo cammino in campionato.

La squadra dopo il pesante ko di Napoli ha reagito bene 7 punti in tre incontri conquistando il terzo posto in classifica in coabitazione con la Juventus, ieri sera vincente al Tardini di Parma e a sole tre lunghezze dal Inter seconda e quattro dai rossoneri capolista, apparsi poco lucidi nelle ultime due prestazioni.

Oggi allo stadio Atleti Azzurri d’ Italia i giallorossi hanno un occasione da non perdere; come succede da un po’ di anni a questa parte: nel momento di fare il salto di qualità, di dare una sterzata in positivo si cade sempre sul più bello, riprendendo una tipica espressione romana: “ Ecchela là!”.

Di fronte ci sarà un Atalanta che nonostante i problemi interni, la lite tra il Papu Gomez e Gasperini sta dividendo l’ambiente bergamasco, la squadra sembra non mollare mai inerme a tutto, pronta a rialzarsi proprio nel momento di crollare. Insomma i nerazzurri hanno carattere da vendere, molto probabilmente l’anno prossimo inizierà un nuovo ciclo, ma non si arrendono cercando di portare a termine tutto il bel fatto fino ad ora. La vittoria ad Amsterdam e il pareggio conquistato contro i bianconeri allo Stadium ne sono la riprova.

Dall’altra parte c’è la Roma che non ti aspetti. Il ritrovato Karsdorp alla capitale dal 2017 è mai pervenuto, Spinazzola da esubero in partenza ed ora tra i terzini più in forma della serie A. Senza dimenticare Veretout diventato faro della manovra giallorossa ed appetito da mezza Europa, Mkitaryan in perfetta forma fisica sta rendendo meglio di quando militava nel Arsenal o Pellegrini che dopo le critiche piovutegli addosso per le sue esternazioni social decisivamente fuori luogo, ha risposto sul campo con due goal. Anche i rincalzi Villar e Mayoral stanno andando oltre le più rosee previsioni. Aspettando nel frattempo che Dzeko e Pedro ritrovino la giusta via e Smalling superi i suoi problemi fisici che hanno contraddistinto questo suo inizio di stagione.

Al di là di ciò che ne dica la critica quest’anno Fonseca tra mille difficoltà è partito con il piede giusto, dimostrando di essere un allenatore moderno ed intelligente adattando la squadra alle esigenze. Chiudere l’anno in bellezza: Bergamo prima e Cagliari mercoledì, significherebbe passare la palla ai Friedkin, in un mercato di gennaio dove poi saranno loro a non poter fallire l’obiettivo!

In una foto la sintesi della Roma che dovrà scendere in campo a Bergamo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...